Archivi categoria: le poesie di Bruno Ciociola

Ti vedo e ti sento

Standard

poesia di Bruno Ciociola

TI VEDO AL MATTINO QUANDO SPUNTA L’AURORA

TI VEDO ALLA SERA

NELLA VOLTA CELESTE PUNTEGGIATA DI STELLE,

TI VEDO NELLE ALTE CIME DEI MONTI,

NELLE IMMENSE VALLI, NEL MARE INFINITO,

NEL GUIZZO DEL LAMPO.

TI SENTO NEL FRAGORE DEL TUONO

NEL SOFFIO DEL VENTO.

TI VEDO NEL PIANTO DI UN BIMBO

NEL SORRISO DI CHI AMO,

NELLE RUGHE DI CARI VECCHI EMIGRANTI.

TI SENTO CON ME SE SON PIENO DI GIOIA

TI SENTO CON ME SE IL DOLOR MI TORMENTA

TI SENTO VICINO NEL BENE 

NEL MALE TI SENTO LONTANO.

TI VEDO IN ME CHE SOFFRENDO TI CHIAMO,

TI VEDO NEL FUOCO DEL SOLE

NEL CANDIDO RAGGIO LUNARE.

MA SOPRATTUTTO TI SENTO NEL PROFONDO DEL CUORE.

OH CORSICA COME MERITO DI SENTIRTI,

OH CORSICA COME MERITO DI VEDERTI.

Annunci

Radio Corse parla di Bruno Ciociola (in còrso)

Standard

Il nostro caro Bruno Ciociola ci manda questo piccolo pezzo registrato da Radio Corse, per fare un po’ di orecchio con la bella e amata lingua còrsa.

E qui invece alcuni articoli sullo stesso argomento, dagli archivi di Bruno:

ARTICOLO COME L’IRPINIA COME LA CORSE

ARTICOLO MATTINO OPERAIO POETA

ARTICOLO ASPETTAMI oro di Nusco

ARTICOLO LO BRIGANTE 

IL GEMELLAGGIO DELL’ARTE

Aspettami Corsica

Standard

Oggi spazio dedicato a Bruno Ciociola. Molti sanno che la canzone “Aspettami Corsica” parte da un suo testo, una sua poesia che Jean Francois Bernardini gli ha fatto leggere, ne ha ripreso una strofa e poi , partendo dal testo di Bruno, ha composto e scritto una canzone dal titolo “Aspettami”  (è la canzone di apertura di Umani).

Vediamo allora insieme, uno di seguito all’altro, la poesia originale di Bruno Ciociola, la stessa poesia anche in còrso, poi la canzone dei Muvrini e infine la traduzione della canzone in italiano.

Testo in Corsica

Leggi il resto di questa voce

Grazie Corsica

Standard
Inizia la collaborazione ufficiale di Bruno Ciociola con il sito Muvrinitalia, ne siamo molto onorati, le sue poesie hanno colpito molti, questa è la poesia che nel documentario di France 3 Bruno dona a Jean Francois Bernardini, è ovviamente in lingua còrsa, e come ci scrive Bruno “fu corretta da Christophe Mac Daniel, compositore della musica di “Corsica” di Petru Guelfucci, Cristofanu è stato il tecnico del suono durante le riprese del reportage, lavora per France3Corse ed’è uno dei pionieri di Canta u Populu Corsu, ancora suona con loro. Siamo rimasti grandissimi amici…”
Grazie Corsica
Tuttu mi piace Di tè
da u mare cù i  so culori
a e cime maestose
di è to ripusanti muntagni,
i paesucci cù e case, a to ghjente.
Puru  l’animali,
a misteriosa cuppulata
u fièru muvrone, u tamantu cignale,
U GABBIANU e l’altri acelli.
di nudda mi ne vogliu scurdà
solu ù funerale.
I mio ghjorni più belli
sò da tè che sò stati
quandu, puvarellu ma cuntentu
u ventu pianu pianu
accarezzava i mio capelli.
Da tè ancu à luna
hè più bella.
U mio core batte forte
quandu ti sunieghjU di notte.
Un solu rigrettu
d’un esse micca statu
quandu la prima volta
t’aghju incuntratu.
Ma la mIO sfurtuna
hà vintu una altra volta.
E’ sO stancu D’ISSU dulore
ch’eo mi portu addossu.
A stù puntU una malincunia
MI GHJACCIA FIN’AL’OSSI
aghju u core cusì anguSCIOSU
e di stàTTI luntanu
eo mi ne sò stancatu.
L’ultimu VIAGHJU MEIU
pè tè ch’eo u voghju fà,
PER venì à dì
grazie Corsica
pè quellu chè TU m’hai insIgnatu,
pè l’amore,
hè stù curagiu
chè tu m’HaI datu.
Vicinu a tò bandera
pièNGHJE l’ultima lacrima
DA Tè TENUTA
chjODE pianu l’ochji
A TEMPU à U MIO core
e da tè
sempre in pace
ripUSà.
Bruno Ciociola